insieme è meglio!

insieme è meglio!

Siamo nel campo sportivo più grande della Villa Pallavicini. Tutte le squadre delle scuole medie,  che hanno partecipato alle gare sportive delle Miniolimpiadi 2019, hanno concluso le partite. Rimane la corsa campestre. Sul palco, Claudio, uno dei nostri professori di Educazione fisica, dà il via alla corsa. Partecipano 3 alunni per classi. Si parte dalla prima media: gareggiano le ragazze che devono percorrere 1 volta sola il tragitto indicato, seguono i maschi che, invece devono percorrere due volte lo stesso tragitto; seguono le ragazze delle seconde con la medesima modalità, poi i maschi delle seconde. L’alunno Mattarozzi della II B Maestre Pie di Bologna è subito in testa e vi rimane fino a metà del secondo giro, ecco che lo sopraggiunge un compagno di classe: Bignami, che sta per superarlo, ma si volta verso di lui e gli dice, pur restando in corsa: “Siamo della stessa Scuola e della stessa classe, non è bene che ci superiamo tra noi! Diamoci la mano e arriviamo al traguardo INSIEME!!!” Il prof. Claudio al microfono fa subito notare ai presenti che due ragazzi stanno arrivando insieme, mano nella mano, gesto che riassume tutto il significato delle Miniolimpiadi. Matteo e Riccardo arrivano sorridenti al traguardo, stanchi, ma soddisfatti. Noi li guardiamo commossi e il pubblico di adulti e ragazzi esplode in un lungo applauso.

I responsabili dell’Agimap: Associazione scuole Maestre Pie, oltremisura creativi e infaticabili, generosi e laboriosi, genitori e amici commentano il gesto con queste parole: ” Basta questo a far capire il significato della nostra manifestazione. Veramente bravi i nostri ragazzi! Meriterebbero il premio del Fair play, ma abbiamo stabilito che viene premiata la classe, perciò non possiamo contravvenire a quanto abbiamo definito, ma ci dispiace molto! I due ragazzi ci hanno fatto capire che cosa è davvero lo sport: partecipare per divertirsi insieme.”

I nostri ragazzi hanno dimostrato che lo slogan “INSEME E’ MEGLIO” è realizzabile e ne siamo felici!     (Rina Dellabartola) 




Oltre la scuola