Laboratorio sulla luce

Farfalle e Pulcini stanno vivendo una “magica” avventura alla scoperta della luce, una scoperta che li porta a sperimentare sia l’origine e la natura della luce, che il suo significato più profondo e simbolico. Questo progetto è nato per fare incontrare il mondo della scienza, degli esperimenti e dell'osservazione oggettiva, con quello della poesia, dell'interiorità e della soggettività. Insieme stiamo imparando che: la luce non è solo il bianco del suo chiarore o il giallo di una lampada, ma il frutto di un insieme di colori; la luce ci permette di vedere nel buio e solo lì “illumina” le nostre ombre e quelle del mondo che ci circonda; la luce è anche tutto ciò che brilla dentro di noi, che rende speciale qualcuno/qualcosa, che ci sorprende; la luce ci fa guardare con gli occhi e con le emozioni quello che ci evoca; tutti noi abbiamo luci ed ombre...

Ecco alcuni “raggi di poesia” espressi dai bambini:

 

 

  • Luce come un’emozione, quando uno vede una cosa che non ha mai visto, ma desiderava tanto. (Margherita)
  • Luce è come una cotoletta che la mamma mi fa, come l'amore tra la mamma e il papà (Alessandro G.)
  • Luce come il sole che splende in cielo, butta fuori i raggi ed io mi sento sudata. ( Irene)
  • Luce come l’amore tra mamma e papà, un amore bello che mi fa stare bene. (Sofia Cabrini)
  • Luce come l’arcobaleno, lo vedo tutto colorato con i colori che brillano. (Alessandro A.)
  • Luce come i raggi del sole, quando la vedo mi bruciano gli occhi e si può vedere la casa quando non la riusciamo a trovare. (Anna)
  • Luce come una stella polare che ci fa vedere un altro mondo. Quando gli umani la vedono, luccica e fa arrivare un’altra stella polare che va nei paesaggi. (Sara)
  • Luce come un lampione che butta fuori i raggi di notte; e la notte è tutta illuminata ed io ci vedo meglio e trovo la strada di casa. (Samuele B.)
  • Luce come la luna, non c’è di mattina, ma c’è di sera. Illumina di fuori le sue stellette e le stellette parlano con la luna, che gli dice venite nella mia casa. (Alice A.)
  • Luce come se io volassi insieme a tutti gli uccelli. Essere un gruppo che vola sopra il mondo e vede le cose dall’alto. Quando sono arrivato a casa volando il mio papà e la mia mamma mi hanno abbracciato. (Piermattia)
  • Luce come una lampadina accesa di notte che fa un arcobaleno, perché di notte ho preso un foglio, sono andata fuori con la giacca, ho preso una lampada e sul foglio ho visto l’arcobaleno. (Anastasia)
  • Luce come se ci fosse un raggio che se è tutto buio risplende. (Elena)
  • Luce come carnevale pieno di coriandoli colorati che lancio a mio cugino Tommaso. (Filippo C.)
  • Luce come il sole, caldo nelle mani, giallo negli occhi, non parla alle orecchie e il mio naso respira freddo. (Michele)
  • Luce come una lampada accesa dalla mamma che mi fa pensare ad un nuovo gioco da comprare. (Nicholas)




Oltre la scuola